fbpx
Connect with us

Politica

Piste ciclabili ad Ugento: un appello di Fulvio Viva alla coerenza amministrativa

Published

on

Piste ciclabili ad Ugento l’appello di Fulvio Viva
CONDIVIDI SUBITO QUESTO ARTICOLO
Print Friendly, PDF & Email
TEMPO DI LETTURA 3 MinutI

Nel contesto della vivace discussione sulla mobilità ciclabile ad Ugento, Fulvio Viva, coordinatore locale del partito La Lega, ha sollevato una serie di interrogativi pertinenti riguardo alle differenze evidenti nella realizzazione delle piste ciclabili nella città. In particolare, Viva ha focalizzato l’attenzione sulla “pista ciclabile” in Via Ripamonti, suscitando interrogativi legittimi e sollevando la voce per una maggiore coerenza amministrativa.

Il post di Fulvio Viva si apre con un’osservazione diretta e concreta: la “pista ciclabile” in Via Ripamonti ad Ugento. Il coordinatore locale sottolinea una discrepanza evidente: il “metro di misura” utilizzato in questa via sembra essere diverso da quello impiegato in altre parti della città, come Via Martiri d’Ungheria e Via De Gasperi. Questa discrepanza solleva diverse questioni, tra cui l’effetto sulla circolazione veicolare e sulle attività commerciali locali.

La domanda chiave di Fulvio Viva è rivolta all’Amministrazione Comunale di Ugento in maniera propositiva: perché la scelta di utilizzare due metri differenti per la realizzazione delle piste ciclabili? Perché non adottare lo stesso modello di successo implementato in Via Ripamonti per le altre aree della città? Viva pone l’accento sulla restrizione eccessiva delle carreggiate, accompagnate da marciapiedi “pericolosi” che delineano le piste ciclabili. Questo solleva preoccupazioni legate ai parcheggi delle attività commerciali e alla sicurezza generale del traffico.

Viva chiede anche perché non ci sia stato un coinvolgimento preventivo delle attività commerciali e dei cittadini prima dell’implementazione di tali opere. Sottolinea la mancanza di risposte alle richieste ufficiali presentate, spingendo così verso la pubblica discussione attraverso i canali social, senza alcuna acrimonia, ma con l’obiettivo di stimolare un dialogo aperto e costruttivo.

La posta in gioco è chiara: la coerenza nelle decisioni amministrative, la tutela degli interessi delle attività commerciali e dei cittadini, e la trasparenza nel processo decisionale. Fulvio Viva invoca la lista “Cittadini Protagonisti” come promessa di mettere al primo posto i cittadini e le attività commerciali della città. La sua domanda finale pone l’interrogativo sulla reale parità tra le vie, sottolineando la necessità di un approccio equo e uniforme nella gestione del tessuto urbano.

L’appello di Fulvio Viva riflette una crescente consapevolezza e partecipazione dei cittadini nella definizione del futuro urbanistico, richiedendo una risposta ponderata e trasparente da parte dell’Amministrazione Comunale di Ugento.

🔴 Piste ciclabili ad Ugento.

Credo che a nessuno di noi sia sfuggito un dettaglio:

Questa è la “pista ciclabile” in Via Ripamonti ad Ugento.

Ora ci chiediamo il motivo per cui non sia stato riservato lo stesso “metro di misura” in Via Mare, in Via Martiri d’Ungheria, in Via De Gasperi e in tutte le altre zone della città in cui sono stati costruiti questi”obbrobri” stradali, sacrificando spazio e causando problemi alla circolazione per i veicoli e per le attività commerciali.

La domanda sorge spontanea ed è rivolta sempre in maniera propositiva all’Amministrazione Comunale di Ugento.

Perché avete dato indirizzo di utilizzare 2 metri differenti di realizzazione delle suddette piste ciclabili? Si poteva fare realizzare tutto come fatto in Via Ripamonti?

Perché restringere così tanto la carreggiata, (oltretutto con “pericolosi marciapiedi che delimitano queste piste ciclabili”). Perché creare problemi per i parcheggi delle attività commerciali?

Dulcis in fundo:

Perché prima di realizzare un’opera del genere non c’è stato un confronto con le attività commerciali e con i cittadini?

Veramente la vostra lista Cittadini protagonisti rispecchia la volontà di mettere i cittadini e le attività commerciali della città al primo posto?

Non è che per caso alcuni “CITTADINI sono PROTAGONISTI” in alcune vie ed in altre meno????

Come al solito alle richieste protocollate non viene data risposta, rivolgiamo allora la domanda via social senza alcuna acrimonia.

il post di fulvio viva
Pubblicità
gipi service nuovo sito
Azzurra torre san giovanni